Cani da compagnia contro la depressione: sono un toccasana!

Cani da compagnia contro la depressione: sono un toccasana!

In un periodo d’emergenza o d’isolamento, come quello causato dalla presenza del Corona Virus, parecchie persone potrebbero provare un forte sconforto. In queste situazioni molti si fanno sopraffare dall’ansia, mentre altri soffrono fortemente la solitudine. Questo è un contesto dove la presenza dei cani da compagnia può fare la differenza.

Ormai è risaputo che la vicinanza degli animali può alleviare moltissimi disagi psicologici. La Pet Therapy, una forma di co-terapia assistita che prevede la presenza di questi amici pelosi, è già utilizzata in campo medico per favorire il canale di comunicazione tra il soggetto e il medico e stimolare una partecipazione attiva del paziente. Si tratta di un intervento sussidiario per aiutare le più tradizionali terapie.

Terapia con gli animali: perché il cane?

Molti sono gli animali che possono essere addestrati per svolgere l’attività di Pet Therapy, ma i cani si sono distinti tra tutti. In diverse situazioni si sono rivelati molto utili perché provvisti di una sensibilità particolarmente elevata. Attraverso le continue interazioni con l’essere umano sono in grado di sviluppare una sintonia speciale con le varie emozioni di quest’ultimo: sono capaci di riconoscere, oltre che alle parole, anche i vari toni di voce e la gestualità del corpo.

I vantaggi di avere un cane

Antidepressivi naturali: gli amici a 4 zampe

Il cane è uno dei migliori antidepressivi naturali. La solitudine molto spesso può essere una causa di questa pessima situazione fisica e mentale: l’interazione con l’amico canino è molto consigliata in questi casi, poiché chiunque si senta solo può trovare una supporto nella sua compagnia. Questi amici pelosi offrono il loro amore in modo incondizionato, senza criticarci e ci stanno accanto: come testimoniano i fotografi del team di Sorrisi a 4 zampe, questi cuccioli sono capaci di riempire la nostra vita di significati ed emozioni inconfondibili. Ll’arma perfetta contro la depressione.

Un cane da compagnia contro lo stress

La sola compagnia di un cane fa sì che si abbassi il livello di cortisolo, ovvero l’ormone dello stress. Allo stesso tempo aumenta nel corpo una sostanza chiamata serotonina, che consente uno stato di rilassamento maggiore. In parole povere la vicinanza di un cane da compagnia tiene a bada lo stress: difatti le persone che ne tengono uno in casa mostrano una pressione arteriosa minore in situazioni di forte tensione. Inoltre questi amici a quattro zampe non sono mai critici, apprezzano la compagnia dell’uomo e non lo fanno sentire fuori posto.

La compagnia di un cane ripristina i canali di comunicazione

La compagnia del cane è uno strumento semplice e pratico per riscoprire le modalità di interazione e comunicazione con gli altri. Il rapporto con gli amici pelosi non avviene tramite la tecnologia: è autentico e favorisce la socializzazione anche con il resto delle persone. La presenza di un animale nella propria vita, difatti, stimola anche la sensorialità e la nostra capacità di mostrare affetto.

Un cagnolino peloso contro la sedentarietà

Tenere in casa un animale comporta una grande responsabilità. Inoltre, il cane in particolare, richiede anche molto movimento, soprattutto se si tratta di razze di stazza grande. Bisogna provvedere al suo benessere fisico, anche impegnandosi a portarlo fuori per fare passeggiate o delle visite dal veterinario. Cucciolo o grande che sia, il cane richiede attenzioni da noi, e per concedergliele bisogna per forza alzarsi dal divano.

Un cane in casa per la salute degli anziani

“Possedere un animale domestico è positivo per la salute” così afferma Raffaele Antonelli Incalzi, presidente del Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Sigg). La compagnia di un cane e la relativa attività fisica che questo richiede, hanno effetti positivi sulla salute cardiovascolare, oltre che sulla glicemia, la pressione e i livelli di colesterolo. Da non sottovalutare è il ruolo di supporto psicologico che i fedeli compagni svolgono per gli anziani che grazie a questi cuccioli pelosi hanno minori sintomi di ansia e depressione e soffrono meno di isolamento sociale. In questo articolo dell’Ansa è spiegato nel dettaglio la relazione tra la salute degli anziani e la presenza di un amico a quattro zampe accanto a loro.