Risparmiare pagando le tasse; è davvero fattibile Vediamo come

Risparmiare pagando le tasse; è davvero fattibile? Vediamo come

A chi piace pagare le tasse alzi la mano. E’ un momento, quello del calcolo delle tasse che non solo ci infastidisce ma è così insopportabile da delegare qualcuno affinché faccia, per conto nostro, la dichiarazione dei redditi.

Eppure il pagamento delle imposte si rende necessario per uno Stato civile come il nostro affinché vengano garantiti dei servizi utili e necessari alla comunità che non potrebbero altrimenti essere garantiti. Molte volte non ci pensiamo ma con le nostre tasse usufruiamo delle Scuole Pubbliche, delle strade sulle quali circoliamo, dei parchi, dei mezzi di trasporto pubblici, e soprattutto in un periodo come quello che stiamo attraversando così delicato dal punto di vista sanitario a causa del Corona Virus, del sistema sanitario che, tra i pochi al mondo e del quale dovremmo andare tutti fieri, garantisce la cura in maniera del tutto gratuita dei cittadini italiani.

Quali sono le tasse che paghiamo

Paghiamo le tasse in diversi ambiti ma la parte consistente di ciò che versiamo, per tutti i dipendenti pubblici o privati che siano, è quella relativa all’IRPEF; si tratta di una tassa calcolata in percentuale progressiva funzione dell’ammontare del guadagno che ciascuno di noi annualmente accumula.

E’ un imposta di tipo progressivo; chi più guadagna più versa in tasse e contribuisce a far entrare nelle casse statali i fondi necessari per garantire il sostentamento dei servizi pubblici per la società.

Ma si può risparmiare sulle tasse?

Su questa tipologia di tasse si può effettivamente risparmiare. E vi chiederete e come? Sfruttando in maniera del tutto legale le detrazioni e le deduzioni. Cosa sono? Sono appunto delle riduzioni percentuali, sull’ammontare totale delle tasse che dobbiamo versare che riducono il totale finale. Bella notizia vero?

Ma cosa sono? IN generale si può affermare che le Detrazioni sono un vero e proprio sconto che si applica al monte totale delle tasse che annualmente si debbono versare e si possono applicare fino al raggiungimento del monte totale che dovrete versare calcolato sulla vostra RAL (Retribuzione Annua Lorda). Significa che se avete un monte totale di detrazioni superiore al monte totale delle tasse da pagare siete in quella condizione che viene individuata tecnicamente come “incapieneza” e quindi la differenza a vostro favore non vi verrà mai rimborsata.

Le tipologie di detrazioni applicabili spaziano in diversi ambiti come le detrazioni per le spese sanitarie, spese per i mezzi di trasporto pubblico, spese veterinarie per i nostri amici animali, spese per l’istruzione scolastica ed universitaria dei figli, spese per la pratica di attività sportiva dei figli (tutte queste al 19%) ma anche le famose spese per la ristrutturazione dei propri immobili; spese per l’efficentamento energetico, o il bonus verde o il più recente bonus facciate che garantisce una detrazione in 10 anni di una cifra pari al 90% della spesa sostenuta.

Maggiori informazioni sono facilmente scovabili tra le decine di siti internet che trattano la questione. Ci permettiamo però di segnalarvene uno www.730precompilato.it che ci risulta molto professionale e che, oltre a raccogliere tante tipologie di detrazioni delle quali vengono elencate anche le modalità per usufruirne, raccoglie tanti ulteriori dettagli come la procedura per richiedere l’ISEE e anche quella per eseguire in maniera autonoma, mediante la piattaforma dell’Agenzia delle Entrate, la compilazioni della propria dichiarazione dei redditi.

L’altra forma di riduzione delle tasse di può ottenere usufruendo delle Deduzioni. Queste sono una riduzione delle tasse che si applica a monte ovvero a ridurre il monte totale delle tasse da pagare. Significa che non si usufruisce di uno sconto ma di una riduzione delle tasse calcolate sulla vostra RAL. E’ applicabile in situazioni di gran lunga limitate rispetto alle detrazioni come per del donazioni verso le ONLUS, le associazioni di volontariato, la contribuzione sulla pensione integrativa o se siete dei mecenati e volete sovvenzionare la ristrutturazione delle opere d’arte. Per ogni ambito ci sono delle limitazioni e delle procedure per poterne usufruire. Il sito sopra mensionato ne ha un elenco più che vasto.

In generale si può concludere che le Detrazioni risultano vantaggiose applicarle ai redditi medio-bassi, mentre le Deduzioni si applicano con maggior efficacia a chi ha redditi alti.

A voi la scelta ma sappiate che qualsiasi scelta eseguirete l’obiettivo sarà quello di pagare meno tasse.