Creazioni su lamiera

Creazioni su lamiera

La lamiera è una pellicola che può essere costituita da differenti metalli. Infatti, può essere di rame, alluminio, titanio, ottone, acciaio, stagno e nichel. Poi ci sono le lamiere fatte con pellicole in oro, argento o platino.

Le proprietà della lamiera

La caratteristica principale posseduta dalla lamiera, a prescindere dal materiale di cui si compone, consiste nell’essere estremamente versatile e di riuscire quindi ad adattarsi bene alle diverse tecniche di lavorazione e a reggere le varie tipologie di processi di saldatura. Inoltre, viene impiegata anche per rivestire un altro materiale attraverso la procedura di immersione a caldo oppure per via elettrolitica, ovvero quel processo di raffinazione atto ad eliminarne le impurità. La lamiera è anche particolarmente idonea alla verniciatura che si presenterà quindi con un risultato finale lucido ed omogeneo. La lamiera deve essere sottoposta come ultimo step alla rifinitura. Ne esistono di diverse tipologie: la stellatura normale, la stellatura ridotta, il ferro-zinco e il rivestimento sottoposto a laminazione. Con la stellatura normale, la lamiera si presenta particolarmente lucente, risultato che la rende idonea per moltissimi utilizzi. Nella stellatura ridotta, viene limitata la cristallizzazione dello zinco e questo fa ottenere un aspetto più uniforme alla lamiera. La laminazione invece la rende perfetta per la verniciatura a scopo decorativo.

Le differenti lavorazioni che si possono realizzare su lamiera

La lamiera consente di eseguire innumerevoli lavorazioni differenti: la cesoiatura, il taglio laser, la piegatura, la punzonatura, la saldatura e la calandratura. Però la lavorazione per cui è maggiormente richiesta è la tecnologia laser a fibra in lamawaterjet, cioè nel taglio ad acqua. In questa procedura la lamiera viene mantenuta bagnata con acqua mentre il macchinario laser esegue il taglio. Per le lavorazioni su lamiera sono importanti sia la capacità dell’operatore sia la qualità del macchinario. Quando la lamiera è in oro, argento oppure platino, è destinata a finalità decorative. La lamiera in platino viene utilizzata anche come catalizzatore. La cesoiatura consiste nel taglio della lamiera attraverso delle lame, che possono essere circolanti oppure a ghigliottina. E’ un tipo di taglio a freddo. La punzonatura si effettua posizionando il foglio di lamiere sopra questo macchinario che si compone di uno stampo e di un punzone: il primo accoglie il foglio di lamiera e lo trattiene, mentre il secondo (punzone) è l’elemento che effettua il taglio. La saldatura prevede l’impiego di un apposito macchinario che imprime il taglio sulla lamiera attraverso una tecnica chiamata MIG/MAG. Consiste in un tipo di saldatura detta ad arco, infatti per scaldare i metalli e raggiungere la saldatura, si sfrutta l’energia emanata da un arco elettrico. Infine c’è la calandratura, detta anche deformazione plastica che agisce sulla lamiera regalandole nuova vita in un certo senso, in quanto le conferisce nuove sembianze: da piatta e rettangolare a curva.

Usato ma di qualità

Ci sono in commercio, e sono facilmente reperibili online, ottime macchine per la lavorazione della lamiera usate. Ad esempio, si riesce a trovare senza difficoltà una pannellatrice usata. La pannellatrice è il macchinario in grado di realizzare pannelli in lamiera attraverso un ciclo di lavorazione programmato e ripetitivo. Troverete tutte le informazioni, le caratteristiche tecniche e i prezzi di diverse macchine di seconda mano per la realizzazione di fogli di lamiera e per la loro lavorazione, al link https://www.evomach.it/usato-macchine-per-la-lavorazione-della-lamiera/.

L’attrezzatura per lattoneria usata, per essere giudicata valida, deve possedere alcune caratteristiche: lo stato di usura del punzone, se si tratta del macchinario per la punzonatura, infatti altrimenti non riuscirà a trattenere il foglio di lamiera che non verrà tagliata con la dovuta precisione.
Oppure, nel caso della cesoiatura, è indispensabile che le lame rotanti siano in buono stato. Lame eccessivamente usurate non potranno essere precise ed effettuare un taglio pulito.

Aloe Arborescens e Aloe Vera un errore comune perché non sono la stessa cosa! Previous post Aloe Arborescens e Aloe Vera: un errore comune perché non sono la stessa cosa!
Come fare un oleolito preparazione e proprietà Next post Come fare un oleolito: preparazione e proprietà