Scarpe da calcio Nike Premier ed altri modelli per essere al top

Scarpe da calcio Nike Premier ed altri modelli per essere al top

Per giocare a calcio, a prescindere dal livello, è necessario scegliere delle ottime scarpe da calcio che si adattino alla perfezione alle proprie caratteristiche fisiche e tecniche. In commercio sono presenti diverse tipologie che vengono realizzate da alcuni dei principali marchi del settore, per cui non sempre è semplicissimo riuscire a scegliere il modello più idoneo. Per esempio, si possono prendere in considerazione le scarpe da calcio Nike Premier (https://www.soccerhouse24.com/58-nike-premier) che permettono un ottimo controllo della palla ed un calcio pulito oppure optare per altre tipologie che invece puntano l’accento sul comfort della pianta del piede, sul grip in determinate condizioni climatiche e molto altro. Quindi, prima di effettuare l’acquisto di nuove scarpe, è necessario tenere in considerazione diversi aspetti tra cui indubbiamente la suola, la tomaia, il proprio ruolo in campo, ma anche il terreno di gioco (erba naturale, erba sintetica, terra, etc..).

Perché scegliere le scarpe da calcio Nike Premier oppure altre soluzione

A prescindere dal livello, giocare a calcio richiede concentrazione e soprattutto gli strumenti utili per ottimizzare la fase di corsa, ma anche il contatto con la palla. Un elemento essenziale sono le scarpe da calcio. Rispetto a qualche anno fa, in commercio sono disponibili tantissimi modelli di scarpe da calcio che si differenziano per materiali e forme, ma anche per suola e tomaia. Tra l’altro, prima di effettuare l’acquisto, è sempre opportuno cercare di capire le proprie caratteristiche fisiche, ma anche quelle tecniche con particolare riferimento al ruolo in campo. Infatti, è del tutto evidente che le esigenze di un difensore centrale siano ben differenti rispetto a quelle di una prima punta o magari un trequartista. Ad esempio, nel caso di un estremo difensore bisogna optare per scarpe da calcio almeno con un peso pari a 220 grammi in quanto presentano dei cuscinetti protettivi che facilitano i movimenti laterali e soprattutto il calcio di rinvio. Per il difensore centrale, la principale esigenza è quella di avere massima aderenza con il terreno da gioco e anche la possibilità di calciare e rinviare il pallone in maniera rapida e precisa. I terzini, invece, devono poter avere maggiore corsa ed un controllo ideale del pallone un po’ come accade per i centrocampisti che devono abbinare quantità e qualità. Per gli attaccanti, ovviamente, la principale prerogativa è quella di essere precisi nelle conclusioni, per cui scarpe che si adattano alla perfezione sull’anatomia del piede e permettono movimenti veloci.

La suola e la tomaia

Nello scegliere le scarpe da calcio adatte per praticare questo meraviglioso sport, si tende erroneamente a trascurare l’importanza della suola e della tomaia. Per quanto concerne la suola è abbastanza irrealistico pensare di poter trovare scarpe adatte per tutti i terreni: ad esempio le scarpe da calcio Nike Premier offrono ottimi riscontri sull’erba naturale e sulla terra. Il consiglio è quello di prevedere più scarpe adatte per le varie tipologie di terreni che si possono incontrare nel corso di una stagione prendendo in considerazione anche le condizioni climatiche (pioggia, sole, etc..). Massima attenzione va posta anche per quanto riguarda la tomaia con particolare riferimento alla consistenza nella parte superiore della scarpa. Infatti, questa parte della scarpa, permette il controllo del pallone che come molti allenatori e tecnici vanno ripetendo in giro, fa la differenza. È possibile optare per tomaie realizzate con diverse tipologie di materiali partendo dalla pelle di canguro che è quella più pregiata e che soprattutto permette massima morbidezza e flessibilità. In alternativa, si può optare per la pelle di vitello che è più duratura rispetto a quella di canguro e che soprattutto permette maggiori performance in caso di pioggia in quanto impermeabile. Infine, una soluzione comunque soddisfacente, è quella di optare per la pelle sintetica che certamente offre minor sensibilità nel contatto con il pallone anche se più economica.